Il come, tralasciando il contenuto

“Difendi i campi tra il paese e la campagna, con le loro pannocchie/ abbandonate. Difendi il prato/ tra l’ultima casa del paese e la roggia”: quello pasoliniano è il grido di un creaturale se non di un creazionista, di un uomo che rispetta ogni filo d’erba perché sa che di ogni filo d’erba non è proprietario ma usufruttuario, e che ne dovrà rispondere.
(Camillo Langone*, Manifesto della destra divina)

*Camillo Langone è scrittore e giornalista che, a prescindere dalla idee (e dall’autorevolezza del mio modestissimo parere), rappresenta una delle penne migliori in Italia…credo.

Lo trovate tra i Foglianti de Il Foglio … Sì, lo so. Molti, leggendo la parola “Foglio”, avranno sospirato a fondo e chiuso la pagina.
Rivolgendomi, quindi, a chi è rimasto: Lo spritz, ovvero l’ultima frontiera per combattere l’oscena generazione mojito; mentre per un articolo più rappresentativo: Negri, troie, pedofili e drogati. Ecco il palinsesto di Radio Langone Libera.

Leggendo Langone, mi capita spesso di dover scindere le parole dal loro significato, il modo dall’opinione.

Sbaglio, forse, a giudicare il “come”, la bellezza intrinseca, tralasciando il contenuto?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...